Prenota il tuo soggiorno a Sappada Prenota il tuo pacchetto a Sappada
Numero Ospiti 2 Adulti - 0 Bambini
Numero Camere
Camera 1
N. Adulti
N. Bambini
Camera 2
N. Adulti
N. Bambini
Camera 3
N. Adulti
N. Bambini
Camera 4
N. Adulti
N. Bambini

Al via il Carnevale di Sappada, le maschere in contrada Cima Sappada

È stata una domenica di festa baciata dal sole. La Domenica dei Poveri, Pèttlar Sunntach in dialetto sappadino, il 23 gennaio ha aperto ufficialmente il Plodar Vosenòcht, il Carnevale di Sappada del 2016. L'appuntamento era alle 14.30 fra le vie di contrada Cima Sappada, dove la festa è andata avanti fino a sera.

Centinaia di partecipanti, moltissimi bambini: a dominare sono state le tradizionali maschere intagliate nel legno (lòrvn), portate in abbinata ad abiti che rievocano la povertà in cui versava la gran parte della popolazione nei secoli passati. La Domenica dei Poveri è seguita sette giorni dopo dalla Domenica dei Contadini, e infine dalla Domenica dei Signori: una successione che riflette la composizione delle classi nella società tradizionale. Nella Domenica dei Poveri si vestono abiti dimessi per i lavori più umili: dalla donna mendicante all'anziano con le gote rosse per l'alcol e la bottiglia in mano, dall'anziana che fa il bucato all'uomo con la bilancia per la misura del latte.

Protagonista della manifestazione è il Rollate, la figura maschile che indossa una maschera di legno con i baffi e un'espressione dura, una pelliccia di caprone che ricorda il manto dell'orso, sfere di bronzo (rolln) legate in vita, pantaloni a righe bianche e marroni della stoffa un tempo usata per coprire gli animali d'inverno. I Rollate brandiscono una scopa con cui inseguono i bambini, e sibilano frasi sarcastiche in falsetto – per non svelare la propria dentità – ai compaesani, mettendo in scena quel capovolgimento delle gerarchie tipico del carnevale.

Il comitato «Zepodn» ha curato l'allestimento delle statue di legno disposte nella borgata, i suonatori del gruppo Holzhockar hanno accompagnato la cottura delle frittelle. E fra qualche giorno, domenica prossima 31 gennaio tocca alla borgata Krattern essere invasa dalla Domenica dei Contadini. Un'occasione in più per visitare la suggestiva località dolomitica incastonata alle

Promo soggiorni